consiglio comunale del 28-11-08 (1)

corriere.it

Interpellanze e mozioni

- Comitati di quartiere
molti dei dubbi sollevati dall’interpellanza riprendono il mio pensiero; ne ho già scritto ed a questo punto non ci resta che vedere come si evolveranno le cose. Come i “consigli” di quartiere sapranno coinvolgere le persone e farsi tramite verso l’amministrazione per la soluzione dei diversi problemi.

- Ricevimento pubblico del sindaco
La questione posta era sostanzialmente questa. Un sindaco a tempo pieno deve essere sempre disponibile per il pubblico?
Credo che fissare appuntamenti a distanza di 15 giorni per poter far fronte ai cittadini che si presentano giornalmente senza preavviso sia abbastanza surreale. Tanto vale non prendere appuntamento. Appunto!
Per il resto io penso che il lavoro di un sindaco non sia solo quello di parlare con la gente. Ma anche!

Ad un certo punto penso che il Sindaco sia uscito dall’aula perché le argomentazioni sono state animatamente portate avanti dal Presidente del Consiglio Comunale.

- Istituto alberghiero – Don Calabria
Sembra che le intenzioni siano quelle di spostare le aule a Bovolone, nella nuova sede della scuola di ebanisteria. Tutto ciò è perfettamente coerente con la politica di “filiera” come è stata giustamente definita.
Dopo la partnership con la fiera di Isola della Scala, che di fatto cede a questa l’esclusiva delle fiere enogastronomiche della pianura; l’esclusione dal “GFS- gruppo delle fiere storiche di elettronica e radiantismo”; l’arrivo dei ROM in fuga da Verona e la fine delle manifestazioni legate al mobile nella bassa a vantaggio della città, mi pare che spirito di collaborazione da parte dell’amministrazione cereana verso il territorio ci sia stato.
Adesso aspettiamo di capire a che prò.

- Manovre pericolose in prossimità del sotto passo di Via Cesare Battisti / Via Cà Bianca
La domanda posta riguarda l’eventuale possibilità di attuare degli interventi per evitare salti di corsia e tagli contromano da parte di chi uscendo dal sotto passo per andare in via Cà Rotte gira direttamente a sinistra senza fare la rotonda, e per chi in uscita dal sotto passo verso via Cesare Battisti effettua l’inversione a U per andare in Via IV Novembre.
Sembra che tecnicamente non si possa fare niente e sperare nel senso civico degli automobilisti utopia.


Comments are closed.